MENU

Il Collegio

Antica struttura, patrimonio bibliotecario e artistico

La struttura si sviluppa su quattro piani.
Al piano terra si trovano lavanderia, palestra, cappella e sala mostre.
Al primo piano sala colazione, sala TV, aula musica (con pianoforte), aula studio, sale didattiche e biblioteca.
Nei due piani superiori sono collocate le 95 camere singole degli studenti; i servizi igienici sono condivisi ogni due camere.
Prendendo accordi con la segreteria, possono essere organizzate visite guidate al Collegio.

Piano terra

Sala mostre
Cappella
Palestra
Cucinotto
Lavanderia

Primo piano

Sala colazione
Sala TV
Sala studio
Sala musica
Sala ritratti
Aula magna
Biblioteca
Foresteria
Segreteria
Rettorato

Secondo e terzo piano

95 camere alunni
Cucina principale
Cucina secondaria
Terrazzo est
Terrazzo ovest

Altri luoghi

Facciata
Colonnato est
Colonnato ovest
Giardino
Belvedere

Patrimonio bibliotecario

La biblioteca del Collegio Cairoli ospita più di 50.000 volumi ed è custode di una serie di importanti lasciti di ex Alunni e personalità dell'Accademia pavese. Viene regolarmente utilizzata come sala studio dagli Alunni del Collegio.

Lavori di restauro

Quando Plinio Fraccaro, a cavallo degli anni '50, ottenne la struttura in cui il Collegio attuale è situato, fece ristrutturare interamente lo stabile, sia per quanto riguarda la facciata, parzialmente rifatta e ricostruita, sia per quanto riguarda gli spazi interni, completamente rimessi a nuovo. Successivamente, grazie all'attuale Rettore Emerito del Collegio, Graziano Leonardelli, il Cairoli ha ricevuto un'altra importante dose di rinnovamento, ricevendo una cura estetica senza precedenti.

Patrimonio artistico

Il Collegio organizza sitematicamente mostre ed eventi legati all'Arte Contemporanea.
La galleria del Collegio Fratelli Cairoli ha iniziato l’attività espositiva nel dicembre 1971 grazie all'azione e passione dell'allora Rettore Marco Fraccaro. Tale specificità è stata portata avanti dal successore Graziano Leonardelli, consentendo al Collegio di divenire un punto di riferimento dell'Arte Contemporanea e di confrontandosi alla pari con altri spazi canonicamente e tradizionalmente deputati all’arte. Grazie alle donazioni fatte dagli artisti e dai curatori delle mostre le sale comuni del Collegio ospitano oggi, in un contesto di musealità diffusa, circa 500 opere di diversi pittori e scultori.